I1 | Lavoro sulle regole

Destinatari

Allievi/e della Tutela Integrata

Destinatari

Allievi/e della Tutela Integrata

Obiettivi

1 – Stimolare la riflessione sul senso e l’utilità delle regole
2 – Favorire l’assunzione di impegni
3 – Promuovere la negoziazione di regole e sanzioni
4 – Stimolare una corresponsabilità nella gestione delle regole

Obiettivi

1 – Stimolare la riflessione sul senso e l’utilità delle regole
2 – Favorire l’assunzione di impegni
3 – Promuovere la negoziazione di regole e sanzioni
4 – Stimolare una corresponsabilità nella gestione delle regole

Materiali

Un foglio e una penna; cartelli regole (Cartella Drive>Pas>WB>Cartelli Regole)

Materiali

Un foglio e una penna; cartelli regole (Cartella Drive>Pas>WB>Cartelli Regole)

Tempi

Da realizzare durante le ore di Italiano (1 o 2 incontri)

Tempi

Da realizzare durante le ore di Italiano (1 o 2 incontri)

Professionalità coinvolte

Insegnante di Lettere, orientatori ed educatori

Professionalità coinvolte

Insegnante di Lettere, orientatori ed educatori

Realizzazione

Fase 1 – Si chiede a ciascun allievo di rispondere in modo personale alla seguente domanda: “Qual è la cosa più importante per me che nessuno mi può toccare e che devono rispettare? Questa è la mia regola…”

Il conduttore annota alla lavagna la regola di ciascuno. Al termine si condivide in gruppo, riconoscendo gli elementi in comune tra i partecipanti e sottolineando le differenze. Si invita la classe a riflettere sulla necessità di porre algi altri delle regole: servono per tutelare ciò che riteniamo per noi prezioso ed importante. Hanno lo stesso scopo le regole della società e quelle della classe.

Fase 2 – Lavoro sui simboli e sulla priorità del regolamento scolastico.
Si divide la classe in 3 gruppi, in modo che ciascuno abbia un adulto che faccia da moderatore. Si consegnano 3-4
“Cartelli Regole” ad ogni gruppo e si chiede di:
a – Individuare quale regola esprime ciascun cartello
b – Elencare uno o più motivi per cui quella regola è importante, a che cosa serve, chi tutela
c – Stabilire quali atteggiamenti occorre assumere per rispettare la regola
d – Immaginare le sanzioni che si potrebbero adottare per il mancato rispetto di quella regola al fine di rimediare

Le risposte vengono annotate da un membro del gruppo che successivamente procede esponendole alla classe, avviando la discussione ed il confronto a proposito di ciascuna regola.

Quando il regolamento è stato condiviso, si scrive la definizione della regola dietro ciascun cartello. I cartelli possono poi essere appesi all’interno dell’aula.

Realizzazione

Fase 1 – Si chiede a ciascun allievo di rispondere in modo personale alla seguente domanda: “Qual è la cosa più importante per me che nessuno mi può toccare e che devono rispettare? Questa è la mia regola…”

Il conduttore annota alla lavagna la regola di ciascuno. Al termine si condivide in gruppo, riconoscendo gli elementi in comune tra i partecipanti e sottolineando le differenze. Si invita la classe a riflettere sulla necessità di porre algi altri delle regole: servono per tutelare ciò che riteniamo per noi prezioso ed importante. Hanno lo stesso scopo le regole della società e quelle della classe.

Fase 2 – Lavoro sui simboli e sulla priorità del regolamento scolastico.
Si divide la classe in 3 gruppi, in modo che ciascuno abbia un adulto che faccia da moderatore. Si consegnano 3-4
“Cartelli Regole” ad ogni gruppo e si chiede di:
a – Individuare quale regola esprime ciascun cartello
b – Elencare uno o più motivi per cui quella regola è importante, a che cosa serve, chi tutela
c – Stabilire quali atteggiamenti occorre assumere per rispettare la regola
d – Immaginare le sanzioni che si potrebbero adottare per il mancato rispetto di quella regola al fine di rimediare

Le risposte vengono annotate da un membro del gruppo che successivamente procede esponendole alla classe, avviando la discussione ed il confronto a proposito di ciascuna regola.

Quando il regolamento è stato condiviso, si scrive la definizione della regola dietro ciascun cartello. I cartelli possono poi essere appesi all’interno dell’aula.

Scarica la scheda in PDF
Visita il sito Provaci Ancora Sam